/ 26th agosto, 2016 / News /

“Appresso a l’insula de Liparj per ponente a uno miglio vi è un’altra insula chiamata le Saline dove sono bellissime vigne non da uve per far vino ma sollo de far zibibbi, dove se ne fa en grandissima quantità, de li quali li mercanti ne portano fino a Costantinopoli”.

Così descriveva la Perla Verde Gerolamo Maurando in riferimento alla sua florida attività economica, attiva già dal lontano Medioevo. Perché, se oggi Salina è considerata un paradiso a cielo aperto per il suo splendido paesaggio e per il suo meraviglioso mare, porta con sé un bagaglio storico e culturale che affonda le radici già nel V millennio a.C, anno in cui si registrano i primi insediamenti umani.

Abitata prima dagli Eoli e poi dalle genti sicule, la storia dell’isola cedette alla distruzione del villaggio di Portella – ad opera degli Ausoni provenienti dalla Campania – e la rese inabitata fino al 580 a.C, anno in cui, in occasione della 50° Olimpiade, un gruppo di Greci di stirpe dorica si trasferì nella vicina Lipari.

Da allora Didyme fu ancora e porto di diverse popolazioni, le cui tracce ricoprono il suo fertile suolo e la rendono una meta gettonata dagli amanti della storia e delle culture lontane. Diversi sono gli itinerari archeologici disponibili, tutti di notevole interesse e fama.

Se anche tu vuoi fare un tuffo nella storia di Salina, prenota adesso la tua vacanza alle Isole Eolie. Regalati un soggiorno indimenticabile all’Hotel Residence Mendolita, che con le sue villette a schiera eleganti e funzionali è studiato per fornire comfort e relax in un ambiente tipicamente eoliano.

Prenota subito, ti aspettiamo a Lipari.

 

  •  
  •  
  •